Unghie che passione

Come realizzare la ricostruzione gel per unghie a punta e a mandorla

UcP >> Nail art >> Come realizzare la ricostruzione gel per unghie a punta e a mandorla

07 Mar Come realizzare la ricostruzione gel per unghie a punta e a mandorla

Le unghie a punta e a mandorla sono ritornate di moda negli ultimi tempi e hanno la peculiare caratteristica di allungare otticamente le dita, rendendo la mano più affusolata e femminile. Con l’aiuto del gel è possibile ottenere delle bellissime unghie di questo tipo, ma è importante dare una forma simmetrica e lineare, capace di rendere perfettamente l’idea di professionalità del lavoro. Rispetto alle unghie tonde o squadrate, questi due tipi di forma possono essere più difficili da riprodurre, perché bisogna avere manualità e sapere come muovere la lima sugli angoli.

Ricostruzione gel: come realizzarla

La ricostruzione gel è senza dubbio impegnativa e richiede abilità manuale, esperienza, consapevolezza dei vari passaggi e prodotti di qualità.

Qualunque sia la forma che si vuole dare alle unghie, bisogna prima prepararle con i seguenti passaggi:

  • rimuovere le cuticole spingendole con un bastoncino d’arancio sotto il giro cuticole dopo averle ammorbidite;
  • limare la parte libera delle unghie con una lima di cartone;
  • sgrassare ed opacizzare la superficie delle unghie con un buffer;
  • applicare il primer;
  • posizionare le cartine su ogni dito.

A questo punto si può procedere con la ricostruzione vera e propria, dando la forma che più si preferisce.
Con il gel, infatti, si dovrà modellare sulla cartina la forma della parte libera dell’unghia, che poi andrà comunque limata. Dopo aver steso la quantità di gel necessario a creare lo spessore per la base e l’allungamento, potrete procedere eliminando le cartine e limando le unghie in base alla forma che avete scelto: a punta o a mandorla. Una volta terminata la limatura e data la forma desiderata, si potrà proseguire con la stesura di uno smalto semipermanente o la realizzazione di una nail art con decorazioni unghie, terminando la ricostruzione con l’applicazione di un sigillante trasparente. Tutte le fasi che prevedono l’applicazione del gel devono anche prevedere la sosta sotto una lampada UV (la lampada led unghie si usa per la ricostruzione unghie con smalto semipermanente) per 60 secondi circa e lo sgrassamento una volta catalizzato il gel.

Come fare le unghie a punta

La ricostruzione unghie con forma a punta è diversa da quella a mandorla perché quest’ultima tende a sfinire in maniera più morbida e tondeggiante, mentre la prima presenta un angolo decisamente più stretto sulla parte libera. Solitamente non si riesce ad ottenere questa forma con una ricostruzione fatta con smalto semipermanente, perché c’è bisogno di un materiale più resistente come avviene nella ricostruzione gel per unghie.
Per ottenere le unghie a punta, quindi, bisogna limare gli angoli liberi del margine finale dell’unghia, mettendo la lima in diagonale rispetto alla parte angolare. La limatura va eseguita alternando un lato e l’altro, in modo tale da ottenere un adeguamento simmetrico e a specchio, senza rischiare di rendere la punta decentrata e l’unghia quindi otticamente storta. La limatura, inoltre, va eseguita lentamente, per evitare di eliminare troppo materiale dai bordi e rendere il margine libero troppo stretto. L’angolo della punta dell’unghia avrà un’ampiezza minima e sfinirà appena stondata, giusto per non risultare eccessivamente appuntita ed innaturale.
La forma va poi riproposta su tutte le altre dita, facendo in modo che la centratura della punta e la lunghezza delle unghie risulti uniforme. Quando si sceglie di fare una forma a punta, le unghie devono risultare anche abbastanza lunghe, perché non è possibile dare questa forma ad un’unghia corta o media.

Come fare le unghie a mandorla

Le unghie a mandorla sono davvero molto richieste perché racchiudono un aspetto sensuale e femminile, ma allo stesso tempo romantico e delicato. Rispetto alle unghie a punta, quelle a mandorla mostrano un angolo più largo sul margine libero, rendendo quindi meno appuntita la punta.
Le unghie a mandorla, inoltre, presentano una stondatura maggiore, a metà strada tra l’unghia rotonda e quella a punta.
Per ottenere questa forma bisognerà procedere inizialmente come per la limatura delle unghie a punta, facendo però attenzione a mettere la lima con un’angolatura più ampia rispetto al margine libero onde evitare di rendere troppo stretta la punta.
Anche in questo caso, sarà bene procedere lentamente (soprattutto se non si ha grande manualità) e alternare i lati in modo da farli risultare simmetrici. Man mano che la limatura andrà a stringere i lati si potrà poi scegliere fino a che punto proseguire, creando infine la stondatura finale, tipica delle unghie a mandorla. Anche in questo caso, la lunghezza delle unghie dovrà essere importante, per effetto del tipo di angolazione da dare ai margini liberi delle unghie: non si può ricreare la forma a mandorla su un’unghia media o peggio ancora corta. La bellezza di questa forma è che può essere facilmente riprodotta sia a partire da unghie squadrate che da unghie tonde, con relativa semplicità.
La mano apparirà elegante e affusolata e le dita allungate e femminili, per questo è una forma molto richiesta e suggerita a chi ha dita tozze e mani corte.

Video tutorial per unghie a mandorla

Prodotti consigliati

 

Abody Lampada LED Unghie 24W con Timer

Euro 25,99

Lampada Unghie UV LED da 36W Manicure/Pedicure

Euro 42,99

500 CARTINE ALLUNGAMENTO UNGHIE NAIL ART

Euro 9,00

Gel UV Costruttore Modellante Trasparente 15 ml

Euro 10,90

Set di 7pennelli per ricostruzione unghie nail art

Euro 2,63

Fresa professionale elettrice per ricostruzione unghie

Euro 79,90