Unghie che passione

Differenza fra smalto semipermanente e gel per unghie

UcP >> Nail art >> Gel >> Differenza fra smalto semipermanente e gel per unghie

11 Feb Differenza fra smalto semipermanente e gel per unghie

Ciao ragazze, molte di voi si chiedono quale possa essere la scelta migliore per le proprie unghie tra lo smalto semipermanente e il gel UV, ma per decidere quale sia la soluzione preferibile per se stesse e per le proprie esigenze, bisogna prima di tutto conoscere i pro e i contro di entrambe le metodiche, i risultati che si ottengono, la durata e i costi. Vediamo quindi qual è la principale differenza tra smalto semipermanente e gel per unghie.

Cos’è lo smalto semipermanente.

fonte: http://www.paznokcie.org/artykuly/polecane-strony/kursy-i-szkolenia-manicure/kurs-manicure-hybrydowego-juz-w-asp-w-krakowie

Lo smalto semipermanente è un prodotto fotoindurente che, applicato sulle unghie come uno smalto tradizionale, assicura un aspetto curato e perfetto per almeno due settimane, aumentando, in modo impercettibile all’occhio, lo spessore delle unghie rendendole più resistenti e belle da vedere.
La peculiarità dello smalto semipermanente è la sua facilissima applicazione e la velocità con cui lo si rimuove, ma di contro, risulta meno indurente rispetto al gel, va rimosso con una frequenza maggiore e, benché esteticamente sia all’altezza di una ricostruzione gel, non offre la sua stessa resistenza e durata.
Lo smalto gel è, alla fine dei conti, un ottimo compromesso tra lo smalto vero e proprio e il gel UV. Esso ha il grande vantaggio di essere facilmente utilizzabile anche dalle meno esperte, perché va steso come un comune smalto e polimerizzato sotto una lampada speciale a led, per un tempo di lavoro totale non superiore ai 20 minuti.

La sua rimozione, poi, è semplicissima in quanto non richiede la limatura fino allo strato ungueale, così come non richiede l’uso della fresa per eliminarlo, ma basta soltanto un’immersione delle unghie per 5 minuti in un solvente specifico, chiamato remover, che lo scioglie senza apportare traumi o aggressioni da limature e permettendo di sollevare il semipermanente come fosse una pellicola sull’unghia.
Gli smalti semipermanenti, poi, offrono la stessa possibilità di eseguire decorazioni e nail art grazie alla vasta gamma di colorazioni, che permette di dare libero sfogo alla creatività e alla fantasia.
Durante la sua applicazione non richiede particolari limature per ottenere una forma adeguata, perché automodellante, quindi riduce i tempi di rifinitura e stesura, in quanto non rende necessario abilità manuali particolari.
La lucentezza è pari o leggermente inferiore a quella del gel UV, ma la durata è sensibilmente ridotta a massimo 15 giorni, senza contare che con lo smalto semipermanente non è possibile effettuare allungamenti o ricostruzioni ungueali; esso va utilizzato solo per ottenere una perfetta stesura di uno smalto dalla durata nettamente superiore a quella di uno classico e uno spessore che dona maggiore resistenza all’unghia, per un costo moderato che si aggira intorno ai 20-35 euro.

Cos’è il gel UV per unghie.

ricostruzione-unghie-semplici-con-gel

fonte: http://static.pourfemme.it/pfwww/fotogallery/625X0/74799/ricostruzione-unghie-semplici-con-gel.jpg

Il gel UV per ricostruzione unghie non è un prodotto unico ma più spesso un set di prodotti specifici, utilizzati per ricostruire unghie danneggiate, rinforzare quelle particolarmente fragili e deboli, dando loro uno spessore maggiore, o per allungare ed abbellire unghie molto corte. La ricostruzione gel risulta essere una metodica molto più lunga ed indaginosa che richiede necessariamente mani esperte e un corso specifico.
Esso infatti, pur essendo automodellante come lo smalto semipermanente, ha però la necessità di essere livellato mediante limatura, di creare una bombatura centrale e di essere modellato in base alla forma preferita, attraverso tutta una serie di passaggi decisamente più specifici e complicati dell’applicazione di uno smalto semipermanente.
Anche la rimozione del gel UV risulta essere più complicata perché necessità di una limatura quasi fino alla superficie ungueale, al fine di rimuovere tutto il gel residuo, per poi riapplicarne un nuovo strato.
La realizzazione di una ricostruzione in gel richiede molto più tempo proprio perché caratterizzata da vari passaggi e da diverse limature, ma offre un risultato eccezionale ed una durata notevole, anche superiore ai 30 giorni.
La qualità della ricostruzione con gel UV è senza dubbio superiore anche per resistenza agli urti accidentali e ad eventuali rotture, infatti lo spessore del gel, malgrado sia di poco superiore a quello di uno smalto semipermanente, offre una durezza di gran lunga più elevata che protegge l’unghia naturale e le conferisce una resistenza invidiabile.
Quando eseguite correttamente, entrambe le tecniche garantiscono risultati estetici incredibilmente curati e belli da vedere con la possibilità, in entrambi i casi, di eseguire particolari decorazioni, ma la ricostruzione gel offre in più la possibilità di allungare l’unghia naturale anche quando questa sia corta, sia mediante la tecnica con cartina, sia mediante l’applicazione di tip. Il costo di quest’ultima tecnica infatti è maggiore e si aggira intorno ai 45-60 euro per un tempo di applicazione che va da 1 ora e mezza fino a 2 ore per le più elaborate.

Smalto semipermanente e gel per unghie messi a confronto.

Considerando che la scelta tra l’uno e l’altro dipende dalle esigenze personali, bisogna tener presente che, benché il costo di un’applicazione di smalto semipermanente sia circa la metà di una ricostruzione in gel, aumenta però la frequenza di applicazione, per cui mensilmente si ha pressapoco la stessa spesa.
Va considerato inoltre che lo smalto semipermanente è solo una copertura estetica che però non offre alcuna particolare resistenza all’unghia naturale, mentre la ricostruzione con gel UV fornisce la possibilità di allungamenti, grazie alla maggiore durezza del prodotto.
Ma va anche tenuto presente che la rimozione del gel UV è più aggressiva e lascia l’unghia naturale “graffiata” ed indebolita, mentre quella dello smalto semipermanente è veloce e facile, senza il rischio di apportare alcun trauma.